Caricamento in corso...


La riabilitazione equestre





La Riabilitazione Equestre è un’attività che mira, attraverso complesse tecniche educativo-riabilitative fondate sull’uso terapeutico del cavallo, al superamento di danni sensoriali, motori e cognitivi del paziente, garantendo in molti casi la riduzione delle infermità cliniche dell’individuo nell’ambito della mobilità, dell’assetto, dell’equilibrio, della coordinazione spaziale e temporale, del tono muscolare e della vita di relazione.

L’effetto terapeutico si basa sul particolare rapporto dialettico, fondato su un linguaggio prettamente motorio, che si instaura tra il paziente ed il cavallo. Nello stesso tempo, l’interazione con un animale così imponente ed il suo accudimento accresce nel paziente il livello di autostima, la responsabilità, la concentrazione, la memoria, la stabilità emotiva.

Questa terapia può essere indicata nel trattamento delle più disparate patologie, ed applicata in tre campi di specializzazione:

  • campo neurologico (ad es. traumatismi cranio-encefalici, sclerosi multipla, paralisi cerebrale infantile);
  • campo psichiatrico (ad es. autismo, schizofrenia, sindrome di Down, disturbi del linguaggio);
  • campo ortopedico-traumatologico (ad es. displasia lieve delle anche, coxartrosi in fase iniziale, forme algiche post-traumatiche e stabilizzate del rachide dorso-lombare).

 

La Riabilitazione Equestre è strutturata in quattro moduli d’intervento:

  • Ippoterapia, per pazienti con handicap psicomotorio di vario grado e tipo, compresi soggetti con gravi forme di psicosi, insufficienze mentali, disturbi di relazione;
  • Rieducazione equestre e volteggio, per i soggetti che possiedono un minimo di capacità motorie e che presentano insufficienze mentali medie o lievi, difficoltà di apprendimento del linguaggio, disturbi comportamentali;
  • Equitazione sportiva per disabili, destinata ai soggetti che hanno superato i primi due moduli ed hanno acquisito un buon livello di autonomia nella guida del cavallo al passo;
  • Attacchi, che prevede la guida da parte del paziente di una carrozza attaccata ad uno o più cavalli.

Questo progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Villa Silvia, la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Federico II di Napoli e la consulenza zooantropologica del Dott. Francesco De Giorgio, etologo e fondatore dell’ESE (EquinSensExperience – Modello Zooantropologico Percettivo-Esperienziale di Sviluppo delle Persone e dei Cavalli).

La T.M.C. (Terapia per Mezzo del Cavallo) viene introdotta nel Centro di Riabilitazione Villa Silvia con l’istituzione dell’Associazione Sportiva “Villa Silvia” affiliata alla Federazione Italiana Sport Disabili (F.I.S.D.). Nel 1993 l’equitazione comincia ad essere svolta a livello agonistico, ed ancora oggi la squadra partecipa annualmente alle gare Nazionali organizzate dal C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico).
Attualmente la struttura dispone di quattro cavalli, e cinquanta sono i pazienti che praticano questa attività.

Hai bisogno di maggiori informazioni sulla Riabilitazione equestre?

Contattaci ora per inoltrarci la tua richiesta

Silba S.p.A. © 2016 | Sede Legale: Via Pasquale Atenolfi, 53 - 84013 Cava de' Tirreni (SA) | P.IVA 02181290657 | REA n. 209344